Portfolio - Competitions

 

Tavola progettuale n. 1/2

Tavola progettuale n. 2/2

UN PROGETTO PER RIQUALIFICARE L'AREA DELL'EX MACELLO DI ARONA​
Anno 2001
Team: arch. Sara Bellan, arch. Francesca Guidetti

La riqualificazione dell’ex macello di Arona si pone come fine il perseguimento di quattro macro obiettivi: la volontà di sottolineare l’identità del Comune; il rispetto della preesistenza; la creazione di un fulcro funzionale alla vita cittadina; la realizzazione di un intervento esemplare in termini di contenimento dei consumi energetici e di utilizzo di tecnologie ecocompatibili. Il progetto è stato fortemente influenzato dalla preesistenza, sia per il suo pregio storico – architettonico, sia per la sua strategica posizione. Lo spazio esterno viene concepito come una moderna allée, disegnata su un pattern che scaturisce dal dialogo reciproco delle facciate dei corpi di fabbrica. Lo studio dell’arredo urbano e dell’illuminazione rende l’area una piccola e piacevole promenade cittadina, fruibile anche in orario notturno. Il corpo di fabbrica ovest ospita al piano terra dei locali per la riabilitazione fisica (sale fisioterapia e massaggi, palestra) e al piano superiore alcune sale per mostre temporanee. L’inconsueto accostarsi di spazi sanitari con altri destinati all’arte genera un ambiente concepito per curare non solo i mali del corpo, ma anche per dare sollievo allo spirito del paziente, nella consapevolezza che la cura del fisico non possa non prescindere da quella dell’animo. Il corpo di fabbrica est ospita un auditorium e delle sale riunioni più piccole, a disposizione sia per congressi in ambito medico – scientifico, sia per attività esterne. Il corpo di fabbrica sud mantiene la sua vocazione residenziale, con la collocazione di una foresteria per circa sette ospiti, utilizzabile sia dai congressisti che da pazienti sottoposti a terapie riabilitative destinate a protrarsi del tempo.